Agguato in cui restò ferita la piccola Noemi: condannato a 18 anni il sicario, 14 anni al fratello

Giovedì 23 Luglio 2020
Agguato in cui restò ferita Noemi: condannato a 18 anni il sicario, 14 anni al fratello
Il 3 maggio dell'anno scorso in un agguato a colpi di pistola una bambina di 4 anni, Noemi, restò gravemente ferita insieme alla nonna: oggi per quell'agguato con i colpi esplosi tra la folla il gup di Napoli Vincenzo Caputo (24esima sezione penale), al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato, ha condannato a 18 anni di reclusione Armando Del Re e a 14 anni suo fratello Antonio, ritenuti responsabili.

Leggi anche > Bimbo morto nel pozzo, Stefano fu premiato per fair play: «Rinunciò a fare gol per soccorrere il portiere»

L'agguato avvenne in piazza Nazionale, a Napoli: il vero obiettivo del raid era Salvatore Nurcaro, ritenuto un esponente di un clan loro rivale, anch'egli rimasto gravemente ferito. Al termine della requisitoria i pm antimafia Antonella Fratello e Simona Rossi avevano chiesto 20 anni di carcere per i due fratelli. Noemi rimase ricoverata in ospedale per molti giorni in pericolo di vita.
Ultimo aggiornamento: 16:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA