Napoli, Maya investita e uccisa a 15 anni. Ferita l'amica 14enne. Il guidatore indagato per omicidio stradale

Sabato 8 Agosto 2020
Napoli: due ragazze investite da una Smart. Muore una 15enne, ferita l'amica di 14 anni

Tragico incidente questa notte a Napoli. Una ragazza, Maya Gargiulo, è morta in un incidente dalle modalità tragiche in pieno centro. Sconvolgente la dinamica: la quindicenne stava attraversando la strada insieme a un'amica di un anno più giovane a piazza Carlo III, non distante dal Duomo di Napoli.
 

 

Le due ragazze sono state investite da un giovane di 21 anni alla guida di una Smart Forfour che procedeva a velocità sostenuta. La quindicenne è morta, la 14enne, ricoverata al Cardarelli, ha una prognosi di 30 giorni per fratture varie (la più grave alla gamba destra). Il conducente dell'auto si è fermato per prestare soccorso e ha chiamato il 118: è stato sottoposto ai test per verificare l'eventuale consumo di alcol e droga. Il giovane di 21 anni è indagato per omicidio stradale. Sul caso indagano gli uomini della sezione infortunistica della polizia locale, diretti dal capitano Antonio Muriano.

Ritirata la patente al guidatore. Gli agenti del sezione Infortunistica Stradale della Polizia Locale (coordinata dal capitano Antonio Muriano) hanno hanno ritirato la patente al guidatore che è stato poi accompagnato in ospedale per i prelievi ematici che riveleranno se aveva bevuto alcol o se era sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Il guidatore è indagato per omicidio stradale.

I risultati dovrebbero essere pronti nei prossimi giorni. Chiesta l'acquisizione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza. Le due ragazzine abitavano a Calata Capodichino, non molto lontano dal luogo dell'incidente, avvenuto intorno all'una. Secondo quanto si è appreso stavano tornando a casa.

Ultimo aggiornamento: 17:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA