Muore soffocato mentre mangia un panino: cosa dice l'autopsia sul "giallo" di Padova

Aldo Toffanin è morto a 51 anni per cause naturali, nessun avvelenamento

Muore soffocato mentre mangia un panino: l'autopsia fa chiarezza sul giallo di Padova
Muore soffocato mentre mangia un panino: l'autopsia fa chiarezza sul giallo di Padova
3 Minuti di Lettura
Domenica 12 Giugno 2022, 10:27 - Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 11:28

Aldo Toffanin è morto soffocato da un panino. Questo l'esito dell'autopsia che fa chiarezza sul giallo di Padova. Il 26 luglio del 2020 è uscito dalla sua abitazione di riviera Paleocapa dove viveva con la madre. Senza documenti e con in tasca solo un mazzo di chiavi, si è sentito male sotto a un portico. Alcuni passanti lo hanno soccorso e dopo poco è intervenuta un’ambulanza del Suem 118. Il 51enne è stato trasportato in gravi condizioni al pronto soccorso e dopo tre giorni di ricovero, il 28 luglio, è morto. Un decesso di certo prematuro, ma che all’inizio non ha destato alcun sospetto. Fino a quando la sorella di Aldo ha presentato un esposto in Procura affiancandosi al legale Ernesto De Toni. Nutriva il sospetto di un avvelenamento, non accidentale, ai danni del fratello.

Edolo, bambino di 4 anni morto soffocato da un wurstel: era a pranzo con il papà

Adesso la famiglia di Aldo Toffanin, per una decina di anni vice presidente della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e uomo molto legato alla Democrazia Cristiana, ha scoperto il motivo della morte con il risultato dell'autopsia.

L’AUTOPSIA

Agli inizi di agosto 2020, la Procura ha affidato al medico legale Antonello Cirnelli l’autopsia sul corpo del 51enne. Il dottore ha in parte confermato quanto riportato sulla cartella clinica dell’ospedale: Toffanin al momento del suo ricovero soffriva di una grave forma di trombosi al cervello. Ma la vera causa della morte è stata ricondotta al soffocamento


E del resto quando Aldo è stato trovato privo di sensi sotto un portico di riviera Paleocapa, con se aveva alcune borse con del cibo. Inoltre poco prima aveva acquistato un panino in un bar della zona. E così, a distanza di due anni, si è fatta luce su un caso che aveva preso i contorni di un giallo.

Insomma il nipote dell’illustre professore di Lettere all’Università di Padova Giuseppe Toffanin senior è morto per cause naturali, vittima di un incidente. Aldo, molto legato alla madre, quando quel 26 luglio del 2020 è arrivato al pronto soccorso era già in coma. Le sue condizioni erano gravissime. Privo di documenti, i parenti sono stati avvisati del suo ricovero solo diverse ore più tardi. Tre giorni dopo, il 28 luglio, nonostante gli sforzi dei medici per strapparlo alla morte Aldo Toffanin è deceduto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA