Nardò, folgorata in giardino: la vicina accorre e muore anche lei. «Non è scattato il salvavita»

Sabato 27 Luglio 2019
Nardò, folgorata mentre annaffia il giardino. La vicina la soccorre: morte due donne

Due persone sono morte folgorate questa mattina a Nardò (Lecce)Si tratta di Cinzia Cataldi, 45 anni, e Antonella Antonaci, 50enne. L'incidente fatale è avvenuto poco prima delle 10 in una abitazione lungo una strada periferica di Nardò, via San Giuseppe da Copertino. Cinzia Cataldi stava stendendo i panni sul retro dell'abitazione, e non mentre annaffiavano il giardino come pareva inizialmente, vicino al vano lavanderia, quando è rimasta folgorata: la violentissima scarica elettrica è stata causata probabilmente dal contatto fra il cavo d'acciaio dove la donna stendeva i panni e un cavo elettrico non debitamente isolato.
 

 

Al suolo, c'era dell'acqua. E non è scattato il salvavita, il che fa pensare a un difetto dell'impianto elettrico. Punto, questo, sul quale saranno fatti accertamenti.

passeggia in spiaggia durante la vacanza al mare: crolla a terra e muore
papà dimentica in auto sotto il sole per 8 ore i gemellini di un anno: morti

La vicina, Antonella Antonaci, è accorsa in aiuto della donna folgorata e, toccandola, è rimasta folgorata anche lei. Una terza persona, il marito della vicina, ha tentato di aiutarle e ha riportato ustioni sulle braccia. Il marito di Cataldi, Giuseppe Calignano - di professione assicuratore - stava aiutando anche lui la moglie a stendere i panni e ha riportato ustioni, comunque non letali. E' stato salvato dalla figlia, Soave, di 16 anni, che ha avuto la prontezza di staccare il contatore e che ora si trova comunque in ospedale per accertamenti. In ospedale anche il marito della vicina, Antonio De Paola, trapiantato di rene e, dunque, bisognoso di un accurato esame post-trauma.
 

Ultimo aggiornamento: 13:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA