Montemarciano, commerciante dimentica di pagare la tassa rifiuti. Dopo alcuni anni le pignorano il conto corrente

Giovedì 30 Gennaio 2020
Conto pignorato per la Tari non pagata
MONTEMARCIANO - Conto corrente pignorato ad una commerciante per un debito di 280 euro sul pagamento della Tari. E’ accaduto alla titolare di una boutique di Marina, piombata improvvisamente in un incubo da cui non sa come uscirne. «Nel 2017 è arrivata un’ingiunzione per un mancato pagamento della Tari – racconta –, i bollettini sono tanti e quello francamente mi sarà rimasto indietro. Ad ogni modo mi sono recata subito in Comune per saldare il debito. Non ho potuto liquidare subito la somma, come avrei voluto, perché il Comune aveva venduto i crediti della Tari a una società esterna e non poteva più riscuotere. L’addetto dell’azienda ha poi concordato con il mio commercialista sei bollettini per liquidare tutto, che sarebbero arrivati ma che non ho mai ricevuto».  Mentre giovedì ha scoperto che il suo conto corrente era stato pignorato per una somma di 500 euro. Comprendeva anche gli interessi di una cifra che le era stato impedito di pagare subito. «Non comprendo come mai sia stato pignorato il conto personale e non quello del negozio – afferma – E a tutt’oggi non posso accedere al mio conto. Sono andata in Comune ma nessuno sembra possa far nulla, al numero verde della società esterna non risponde nessuno, nemmeno alle varie email via Pec. Se non mi verrà sbloccato in tempi brevi farò causa alla società e al Comune».
  Ultimo aggiornamento: 09:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA