Modulo PLF per viaggiare all'estero: cos'è, come si compila e quando è obbligatorio farlo

Lunedì 19 Luglio 2021
Modulo PLF per viaggiare all'estero: cos'è, come si compila e quando è obbligatorio farlo

Il modulo PLF serve alle autorità per raccogliere le informazioni sui viaggiatori e contattarli subito in caso siano stati esposti al Covid, con l’obiettivo di rendere facile il tracciamento. Si richiedono nome e cognome, numero del documento, recapito telefonico, indirizzo dell’alloggio e informazioni sul viaggio (dal mezzo di trasporto agli orari di partenza e arrivo e i compagni di viaggio). Il modulo è obbligatorio in diversi Paesi, e in alcuni di essi (come la Grecia) richiedono che venga compilato entro la sera precedente (ore 23.59) alla partenza.

 

Per compilare il modulo online si accede al sito https://app.euplf.eu/#/ e si segue la procedura guidata, registrandosi con username e password e indicando un indirizzo email valido. Per le informazioni sui singoli Paesi e sulle norme di ognuno, si fa riferimento al sito dell’Ue https://reopen.europa.eu/en. Quando il modulo è stato completato, viene inviato alla mail indicata sia in formato pdf che con QR Code.

 

Il modulo da compilare può anche essere uno solo nel caso di gruppi di persone che viaggiano insieme, o nel caso di vari membri di una stessa famiglia: ma al rientro in Italia serve un modulo per ciascuna persona. Infine per i viaggi con più soste bisogna compilare un nuovo PLF per ogni Paese diverso da visitare: tranne quando si viaggia in aereo da una nazione all’altra e si fa scalo in un Paese terzo (in quel caso si compila il PLF per la destinazione finale).

Ultimo aggiornamento: 21 Luglio, 14:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA