Migranti, in Gran Bretagna reti anti-sbarchi per i clandestini dalla Manica

Domenica 11 Ottobre 2020
Migranti, in Gran Bretagna reti anti-sbarchi per i clandestini dalla Manica

Reti anti-migranti illegali sulle coste britanniche. Le autorità del Regno Unito potrebbero presto ricorre alle reti per cercare di fermare il crescente flusso di migranti illegali che cercano di entrare nel Paese via mare, attraversando il canale della Manica dalle coste francesi. Secondo quanto riportano oggi i media britannici, il nuovo zar nella lotta all'immigrazione illegale via mare, l'ex marine Dan O' Mahoney, Comandante per la Minaccia dei Clandestini nel Canale, ha confermato che le autorità sono pronte a mettere in campo la cosiddetta tattica del ritorno sicuro. Il piano prevede appunto l'uso di reti per bloccare le eliche dei motori dei gommoni sui quali viaggiano i migranti, per poi caricarli sulle motovedette che pattugliano la Manica e riportarli subito in Francia.

 

Leggi anche > Coronavirus, in Europa record di contagi: oltre 123 mila in 24 ore. Londra: «Siamo a un punto di non ritorno»

 

 

Il metodo proposto, ricorda il Mail Online, è simile a quello sperimentato dalla Royal Navy per intasare le eliche delle imbarcazioni e forzarne l'arresto immediato. L'attuazione di questo nuovo metodo, tuttavia, è destinata a subire ritardi poichè attualmente Parigi si rifiuta di far rientrare questi migranti nel Paese. Dall'inizio dell'anno oltre 7.100 migranti hanno raggiunto le coste della Gran Bretagna, con una media attuale di oltre 300 al giorno. 

 

Ultimo aggiornamento: 14:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA