Migranti, nave italiana soccorre 108 persone: «Riportate in Libia». Salvini: «Male informati»

Martedì 31 Luglio 2018
Migranti, nave italiana soccorre 108 persone: «Riportate in Libia»
La Asso 28, nave battente bandiera italiana e che presta servizio di supporto a una piattaforma petrolifera, avrebbe soccorso un gommone con 108 persone a bordo, riportando poi i migranti in Libia. Lo denuncia l'esponente di Liberi e Uguali Nicola Fratoianni che parla di «precedente gravissimo», nel caso venisse confermato. Ma Salvini in un post su Facebook replica: «È male informato».

LEGGI ANCHE Trump riceve Conte alla Casa Bianca: «Migranti, l'Europa segua l'Italia». Ok a cabina regia sulla Libia
Le parole del politico di LeU che in questi giorni si trova a bordo della nave della Ong spagnola Open Arms tornata in zona Sar: «Non sappiamo ancora se questa operazione avviene su indicazione della Guardia Costiera italiana, ma se così fosse si tratterebbe di un precedente gravissimo, un vero e proprio respingimento collettivo di cui l'Italia ed il comandante della nave risponderanno davanti ad un tribunale. Il diritto internazionale prevede che le persone salvate in mare debbano essere portate in un porto sicuro e quelli libici, nonostante la mistificazione della realtà da parte del governo italiano, non possono essere considerati tali».

 
Sul caso, pur senza entrare nel merito, interviene Salvini: «La Guardia Costiera Libica nelle ultime ore ha salvato e riportato a terra 611 immigrati. Le ONG protestano e gli scafisti perdono i loro affari? Bene, noi andiamo avanti così! P.s. La Guardia Costiera Italiana non ha coordinato e partecipato a nessuna di queste operazioni, come falsamente dichiarato da una Ong straniera e da un parlamentare di sinistra male informato😁. #portichiusi e #cuoriaperti».

Ultimo aggiornamento: 22:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA