Migranti, la Guardia Costiera salva in mare 140 naufraghi. Salvini: «Prima la redistribuzione, poi lo sbarco»

Venerdì 26 Luglio 2019
Migranti, la Guardia Costiera salva in mare 140 naufraghi. Salvini: «Prima la redistribuzione, poi lo sbarco»

Sono almeno 140 i migranti, soccorsi in mare dopo due distinti naufragi, e attualmente a bordo della nave Gregoretti della Guardia Costiera italiana. Matteo Salvini, però, è inflessibile: «Non sbarcheranno nei nostri porti finché la Commissione Europea non concorderà sulla loro distribuzione in tutta l'Unione».

Mario Adinolfi si fotografa con la pistola mentre spara. E' polemica

La nave Gregoretti della Guardia costiera, con a bordo 141 migranti, è ancora in attesa di destinazione del porto dove potere sbarcare i naufraghi, soccorsi nella giornata di ieri. Cinquanta migranti sono stati trasbordati da un gommone, dopo il soccorso del peschereccio 'Accursio Giarratano', mentre gli altri 91 erano su un altro gommone segnalato da un peschereccio tunisino. Adesso la nave Gregoretti è in attesa di un ordine per potere sbarcare i migranti.

Il governo italiano ha fatto sapere di aver chiesto garanzie alla Commissione Europea in merito alla redistribuzione dei migranti su tutto il territorio Ue. Lo ha confermato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini: «Ho dato disposizione che non venga assegnato nessun porto prima che ci sia sulla carta una redistribuzione in tutta Europa di tutti i 140 migranti a bordo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA