«Voglio prendere la tua mano»: il messaggio nella bottiglia dal mare al bar, in cerca della misteriosa Valeria

Domenica 3 Gennaio 2021 di Lucia J. IAIA

L’amore si può comunicare nei modi più insoliti ma, senza dubbio, quando lo si affida al mare, riveste sempre un grande fascino. E ieri, una bottiglia sulla spiaggia di San Cataldo, marina di Lecce, con un messaggio al suo interno non è passata inosservata. Anzi, l’autore del gesto è stato davvero fortunato perché una nutrizionista, Santa Mundi, l’ha notata, l’ha raccolta e sta facendo in modo che arrivi a destinazione. «Non ho potuto fare a meno di aprirla e di leggere il messaggio. La dolcezza di Antonio mi ha strappato il cuore e così ho deciso di aiutarlo». Santa Mundi infatti, ha ripiegato il biglietto che non riportava alcuna data e nemmeno un luogo. Poi, con una certa emozione mista a speranza, l’ha affidato al bar del lido Turrisi. «Poiché il messaggio è rivolto ad una donna di nome Valeria, l'ho lasciato in un luogo pubblico dove potrà andare a prenderlo ed io spero vivamente che lei lo faccia perché l’aspetta un nuovo anno pieno d’amore».

 

Nel messaggio in effetti, le parole di Antonio sono toccanti. “Valeria, voglio prendere la tua mano e che tu non la lasci mai più…voglio prendere la tua mano e che tu…non lasci mai più. Voglio prendere la tua mano e che tu…non la lasci mai più”. Questo il desiderio dell’uomo che, grazie alla sensibilità di una donna che faceva jogging in riva al mare, potrebbe realmente arrivare alla diretta interessata. Oggi più che mai, colpisce tanto il fatto che qualcuno affidi il proprio pensiero ad una bottiglia, nello stesso tempo in cui le comunicazioni viaggiano veloci con tutti i mezzi e le tecnologie possibili. Evidentemente però, esiste ancora quel romanticismo che passa attraverso una penna ed un foglio di carta, con tutta l’incertezza che possa non arrivare mai alla persona desiderata. «Ogni donna – sottolinea Santa Mundi – dovrebbe pretendere di essere amata così. Io ho pensato che fosse meraviglioso il messaggio di Antonio e so che ora Valeria potrà leggerlo, se lo vorrà. Quando sono andata al bar lì vicino per raccontare questa storia, ho colto anche nel titolare la mia stessa emozione». L’amore quindi, non è certamente passato di moda, così come i gesti gentili. Ora, quel biglietto si trova su uno scaffale tra le bottiglie di vodka e di rum. Attende solo che sia Valeria stavolta a prenderlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA