Bologna, la sardina Mattia Santori entra nella squadra del sindaco. Ma non sarà assessore

Bologna, la sardina Mattia Santori entra nella squadra del sindaco. Ma non sarà assessore
Bologna, la sardina Mattia Santori entra nella squadra del sindaco. Ma non sarà assessore
2 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Ottobre 2021, 18:01

La 'sardina' Mattia Santori verso un ruolo importante nella nuova giunta del Comune di Bologna. Non sarà assessore, ma entrerà comunque nella squadra del neosindaco Matteo Lepore, che lo ha nominato come uno dei tre consiglieri delegati a titolo gratuito (a parte la sua indennità di consigliere comunale): si occuperà di turismo, politiche giovanili, scambi internazionali e grandi avvenimenti sportivi.

Santori, ha spiegato Lepore, avrà quindi la presidenza della Destinazione turistica metropolitana, che presto riguarderà anche Modena. «Conoscerete un Santori diverso da quello che avete conosciuto», ha sottolineato Lepore. Per un sindaco «non serve un assessore al Turismo, ma un presidente della Destinazione turistica metropolitana. È l'investimento che facciamo su una nuova classe dirigente di questa città».

Oltre a Santori, gli altri due consiglieri delegati dal sindaco sono Davide Celli (Diritti e benessere degli animali) e poi la coordinatrice e della Fabbrica del programma, Cristina Ceretti (Famiglia, disabilità e sussidarietà circolare). Lepore ha nominato inoltre due consiglieri speciali del sindaco, che a titolo non oneroso lo supporteranno in alcuni campi: l'avvocato Stefano Manservisi, ex capo di gabinetto di Romano Prodi (Cooperazione internazionale, Rete europee delle città e Università) e l'ex presidente dell'Ordine degli Avvocati di Bologna, Giovanni Berti Arnoaldi Veli (Progetto del Tribunale dei fragili e Giustizia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA