Matteo Salvini in Ucraina, contestato a Przemysl. Il sindaco: «Non la ricevo»

Il sindaco ha mostrato una maglietta con il volto di Putin e rivolgendosi a Salvini ha detto: «Venga con me al confine a condannarlo»

Martedì 8 Marzo 2022
Matteo Salvini in Ucraina, contestato a Przemysl. Il sindaco: «Non la ricevo»

Non è stata esattamente un'accoglienza positiva quella raccolta al confine ucraino da Matteo SalviniIl leader della Lega è stato contestato al suo arrivo alla stazione di Przemysl, la cittadina polacca che si trova ad una decina di chilometri al confine con l'Ucraina.

 

Zelensky choc: «Ci sarà una guerra mondiale». L'intervista alla tv americana

 

Il sindaco della città Wojciech Bakun ha infatti prima ringraziato l'Italia, poi ha mostrato una maglietta con il volto di Putin e rivolgendosi a Salvini ha detto: «Io non la ricevo, venga con me al confine a condannarlo». Anche un gruppetto di italiani ha contestato il leader leghista urlando: «Buffone». Salvini non ha raccolto la provocazione dicendo di essere lì per portare «aiuti e la pace». 

 

Un'intera famiglia sterminata durante la fuga: «Colpiti di proposito da una bomba russa»

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 22:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA