Matteo Bassetti, ancora minacce dai no vax: «Ho ricevuto 35 chiamate in 2 ore»

I reati contestati dai magistrati sono stalking e minacce

Matteo Bassetti, infettivologo del San Martino di Genova, è ancora sotto minaccia dei no vax
Matteo Bassetti, infettivologo del San Martino di Genova, è ancora sotto minaccia dei no vax
3 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Febbraio 2022, 10:58

Ancora minacce no vax per l'infettivologo Matteo Bassetti. «Hanno condiviso ancora una volta il mio numero di telefono su una chat Telegram, domani sarò in procura per denunciare questo episodio» dichiara Bassetti all'Agi. Non è la prima volta che il dottore del San Martino di Genova, finisce nel mirino di no vax e no Green pass, che lo hanno minacciato già in passato. Stavolta il dottore ha subito ben 35 telefonate sul numero personale di Bassetti, condiviso sulle chat dei novax.

Leggi anche > Bassetti perseguitato dai no-vax: «Fino a 50 telefonate di notte, la pagheranno. Ma la colpa è dei giornalisti»

«I reati contestati dai magistrati sono pesanti —ha spiegato l'infettivologo —. Si tratta di stalking e minacce, ma quello che mi fa rabbia è che mi sento lasciato solo: dopo 6 mesi avrei voluto vedere qualcuno a processo». Ma non si arrende: «Continuerò a denunciare insieme al mio avvocato. La Digos e la polizia postale stanno facendo un lavoro egregio. Sarebbe importante mandare un messaggio forte a difesa dei medici che lavorano per lo Stato e per la campagna vaccinale».

Pochi giorni fa giorni fa, su Instagram, l'esperto aveva raccontato di aver ricevuto una quantità enorme di insulti e attacchi dopo la sua partecipazione alla trasmissione Zona Bianca su Rete 4, da cui se ne era poi andato prima della chiusura del collegamento. «Trovo assolutamente sbagliato e controproducente continuare ad invitare nelle varie trasmissioni televisive esponenti del mondo no vax. Dopo la mia partecipazione a Zona Bianca di ieri dalla quale me ne sono andato per evitare di continuare ad ascoltare tesi e posizioni pericolose e talvolta folli, ho ricevuto una quantità enorme di insulti, minacce di morte e attacchi meschini a me e ai miei famigliari. Purtroppo questi sono gli unici argomenti di cui la maggioranza dei no vax dispone: violenza, pressappochismo, anti-scienza e complottismo. Chi gli dà spazio sbaglia» scriveva lanciando una chiara frecciata al programma condotto da Giuseppe Brindisi.

A causa delle tante minacce, Bassetti vive da mesi sotto scorta, così come altri colleghi, come l'infettivologa Antonella Viola. A novembre scorso la Digos aveva effettuato una serie di perquisizioni in tutta Italia nei confronti di esponenti no vax accusati di aver insultato e minacciato a più riprese il noto infettivologo. L’inchiesta, scattata dopo le querele presentate dallo stesso medico a seguito di diversi episodi ai suoi danni, era coordinata proprio dalla Procura della Repubblica del capoluogo ligure ma ha interessato agenti della Digos sparsi su tutta la Penisola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA