Marianna Greco, il marito indagato per omicidio. La famiglia: «Non poteva essersi accoltellata da sola»

Venerdì 31 Maggio 2019
Marianna Greco, il marito indagato per omicidio. La famiglia: «Non poteva essersi accoltellata da sola»
Marianna Greco morì due anni e mezzo fa nel suo letto a Novoli, in provincia di Lecce: fu trovata senza vita, uccisa da quattro coltellate alla gola. Ma il suo caso per diverso tempo è stato classificato come un suicidio, ipotesi che non è mai andata giù alla sua famiglia: fino ad oggi, dato che la Procura di Lecce ha deciso di riaprire il caso indagando il marito Emanuele Mortinaro per omicidio volontario.

Bimbo precipita da una giostra: è in fin di vita. «Volo di 7 metri sulle montagne russe»

Giovanna, la sorella di Marianna, che aveva 37 anni, ha commentato la novità in un'intervista al Giornale Radio Rai: «Non ci convince il fatto che mia sorella avesse una personalità totalmente incompatibile col suicidio e il fatto che una donna non può darsi quattro coltellate da sola alla gola. E non può avere dei tagli da difesa alle mani», ha detto la sorella della vittima. «Noi non possiamo parlare di colpevolezza o di innocenza, sappiamo solo che abbiamo fatto due anni di indagini difensive. Ora è la Procura che dovrà accertare la verità. Dopo due anni di indagini difensive la riapertura del caso è stato una notizia positiva per noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA