Carminati, Salvini attacca: "Un altro scarcerato, chi avvisa Bonafede?"

Mercoledì 17 Giugno 2020
massimo Carminati

Le bordate sono tutte contro il ministro Bonafede. Salvini ironizza su Twitter: «Dopo mafiosi e camorristi, esce di galera anche uno dei protagonisti di ‘Mafia Capitalè. Chi avvisa Bonafede?». Mentre l’arrivo degli ispettori provoca questa reazione nell’avvocato Tagliaferri, uno dei legali di Massimo Carminati: «Mi viene da sorridere. Evidentemente il ministro Bonafede non conosce la vicenda processuale di Mafia Capitale. Questa contestazione di un reato associativo si è poi rivelata totalmente infondata al punto che, caso più unico che raro, la Cassazione l’ha annullata senza rinvio. Altro che cavillo». Rintuzzano i deputati pentastellati: «Le parole di Salvini mostrano ancora una volta la sua mancanza di preparazione». Per il senatore Sandro Ruotolo (Gruppo Misto) «questa scarcerazione ci dice che c’è bisogno di un nuovo impegno civile anche da parte della magistratura. È un duro contraccolpo», mentre la presidente della Commissione Giustizia di Montecitorio, Francesca Businarolo (M5s) afferma che «Carminati lascia il carcere ma non è un uomo libero». Salvatore Buzzi, uno dei protagonisti dell’inchiesta Mafia Capitale, fa sapere: «Sono felice della scarcerazione di Carminati, la sua detenzione non aveva senso ed è un altro passo avanti verso la “normalità”». Il senatore di Forza Italia, Francesco Giro, parla del «fallimento del teorema Mafia capitale».

Ultimo aggiornamento: 08:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA