Coronavirus in Lombardia, l'assessore Gallera: «Numeri differenti sui nuovi contagiati? Colpa dell'esito dei tamponi, ma anche dei test sierologici agli asintomatici»

Venerdì 19 Giugno 2020 di Simone Pierini
giulio gallera_assessore_lombardia
Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia: perchè i nuovi contagi hanno dati differenti? 
«Il tampone viene collocato nella data di esecuzione. Può succedere che un laboratorio consegni la sera tardi o lo carichi il giorno dopo. E non sappiamo se il paziente sia entrato in pronto soccorso o provenga dall’esterno».

Leggi anche > Lombardia, la roulette dei nuovi positivi al virus: conteggiati oggi anche i contagi dello scorso mese di marzo​

Però ci sono tamponi comunicati oggi ma che sono stati fatti a marzo e aprile... 
«Sarà la data di inizio sintomi. O un tampone fatto in una Rsa a fine aprile».
Come fa un positivo aggiunto oggi a risalire allo scorso marzo? 
«Perché se il positivo viene scoperto con il test sierologico, vuol dire che ha gli anticorpi: la malattia ce l’ha da un po’ di tempo, ha finito i sintomi ma ha ancora il virus in circolo. Però la malattia è di cinque/sei settimane prima». 
E come lo scoprite? 
«Chiedendo al paziente la data di inizio sintomi. Tutto ciò che nasce dal sierologico è vecchio: è una persona che ha fatto già la quarantena, che è stata male. Il test sierologico si fa a 15-20 giorni dalla fine dei sintomi». 
Tuttavia al 31 marzo scorso c’erano 1500 positivi in più rispetto a quelli comunicati.
«Tutti i dati provenienti dai test sierologici sono datati». 
È così in tutte le Regioni?
«Sì, da noi emerge di più per l’alto numero di contagi. L’Iss chiede la data di tampone e di inizio sintomi, sono due grafici diversi».
L’aumento di contagi di questi giorni a quando è riferito? 
«I casi di oggi sono un po’ datati oppure malati lievi. Le persone ricoverate sono pochissime.
Preoccupano gli asintomatici in circolazione?
«No, il numero di persone che hanno 37,5 gradi di temperatura si sta riducendo notevolmente ma continueremo a fare i test». Ultimo aggiornamento: 11:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA