Laura Ziliani, i risultati dell'autopsia confermano: il corpo rinvenuto a Temù è dell'ex vigilessa.

Giovedì 12 Agosto 2021
Il corpo rinvenuto a Temù è di laura Ziliani

Il corpo ritrovato nel bresciano è di Laura Ziliani, l'ex vigilessa di 55 anni scomparsa lo scorso 8 maggio. E' bastata una ciste sotto il piede destro per stabilire che il corpo rinvenuto a Temù, in provincia di Brescia, appartiene a Laura Ziliani.

 

Leggi anche > Roma, senzatetto morto in strada in pieno centro. L'amarezza delle associazioni: «Serve ricovero coatto»

 

Il cadavere ritrovato era praticamente nudo, se non con l'intimo, e non aveva le scarpe. Gli inquirenti non hanno avuto dubbi fin dall'inizio, che si trattasse del corpo di Laura Ziliani, ma serviva la prova scientifica per avere le ultime certezze che si trattasse effettivamente della 55enne svanita nel nulla l'8 maggio.

 

L'istituto di medicina legale degli Spedali civili di Brescia ha effettuato l'esame del Dna e l'autopsia sul corpo ritrovato domenica scorsa a Temù, in provincia di Brescia, e adesso c'è la certezza: si tratta di laura Ziliani

 

È bastata una ciste sotto il piede destro per stabilire che il corpo ritrovato appartiene a Laura Ziliani. E' quanto emerso dall'autopsia. Sul corpo non ci sono segni di violenza e servirà un'analisi degli organi interni per stabilire e valutare l'ipotesi di avvelenamento. Il cadavere aveva ancora gli orecchini, che subito sono stati riconosciuti dai parenti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA