Coronavirus, migliaia di mascherine cinesi sequestrate ad azienda di Irene Pivetti

Domenica 26 Aprile 2020
Coronavirus, migliaia di mascherine cinesi sequestrate ad azienda di Irene Pivetti
Una società amministrata da Irene Pivetti è coinvolta in un'indagine per frode relativa al commercio di mascherine per proteggersi dal coronavirus. È la violazione dell'articolo 515 del codice penale per frode nell'esercizio del commercio l'ipotesi di reato su cui indaga la Procura di Savona nell'ambito delle migliaia e migliaia di mascherine Ffp2 in arrivo dalla Cina e sequestrate dalla guardia di finanza al terminal 2 dell'aeroporto di Malpensa, dove sono ora custodite. L'indagine, anticipata da Repubblica, era partita dal sequestro dei dispositivi in una farmacia a Savona con il marchio CE contraffatto.

Leggi anche > Conte, le anticipazioni sul decreto: «A scuola a settembre, dal 4 maggio non sarà liberi tutti»

Andando a ritroso nella catena della distribuzione si è risaliti alla società che li distribuisce in Italia, che da quanto emerso nelle ultime ore è la Only logistics Italia srl, di cui è amministratrice unica l'ex presidente della Camera, nel 1994, Irene Pivetti. La Procura di Savona guidata dal procuratore Ubaldo Pelosi sta continuando ad indagare e ad andare a ritroso nella filiera per risalire al produttore e ai primi distributori.
Ultimo aggiornamento: 08:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA