Si addormenta senza accorgersi che la casa va a fuoco: otto famiglie evacuate

Incendio in via Zermanese a Treviso
Incendio in via Zermanese a Treviso
2 Minuti di Lettura
Domenica 19 Dicembre 2021, 14:44

TREVISO- Una donna lievemente intossicata, otto famiglie evacuate, un appartamento completamente inagibile. E la micia che purtroppo non ce l'ha fatta: è morta soffocata dal fumo. Lo stesso che ha rischiato di uccidere la sua padrona, che si era addormentata sul divano senza accorgersi che la casa stava bruciando.

È il bilancio dell'incendio divampato stanotte in un appartamento di via Zermanese, a Treviso. Le fiamme si sono sviluppate nel salotto di un appartamento al primo piano. Per cause accidentali. Colpa forse di un mozzicone rimasto acceso. 

Tragedia sfiorata: l'inquilina, compagna del proprietario, si era addormentata sul sofà. A dare l'allarme, intorno a mezzanotte e mezza, è stato un residente del quartiere, che ha notato del fumo uscire dalle finestre. I pompieri sono intervenuti in forze insieme al Suem 118 e alla polizia. "Quando mi sono svegliata c'erano fumo e fiamme" - racconta la donna, ancora sotto choc. Era da sola in casa. Il compagno, operaio turnista, era al lavoro. Le grida di aiuto hanno svegliato gli altri condomini: molti di loro erano già a letto. Sono corsi in strada con addosso pigiama, pantofole e giubbotto. 

Intanto la malcapitata inquilina si era rifugiata in terrazza: i pompieri l'hanno raggiunta con l'autoscala e l'hanno tratta in salvo affidandola alle cure del Suem visto che aveva inalato del fumo. Portata al pronto soccorso per accertamenti, è stata dimessa in mattinata. La sua gattina invece ha avuto la peggio: soffocata dal fumo. L'intervento tempestivo dei pompieri ha evitato che il rogo si propagasse al resto della palazzina. L'appartamento è ora inagibile, ingenti i danni. Le altre unità abitative invece non sono state compromesse. E neppure gli uffici e i negozi al piano terra. I condomini sono rientrati nelle loro case verso le 2.30. Infreddoliti e provati. Ma consapevoli di aver scampato un grosso pericolo. "Non ci sono stati feriti, è questa la cosa più importante" - commenta l'amministratore condominiale Mauro Granello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA