Green pass, verso il compromesso: una dose per bar e ristoranti, doppia dose per stadi e concerti

Martedì 20 Luglio 2021
Green pass, verso il compromesso: una dose per bar e ristoranti, doppia dose per stadi e concerti

Green pass per bar, ristoranti ed eventi? Si va verso un compromesso. Mentre i contagi da Covid continuano ad aumentare (e da qualche giorno anche i ricoveri) le Regioni, la maggioranza che sostiene il governo e il Cts stanno lavorando ad una modifica del green pass per regolamentare meglio cosa si può fare e cosa no. Già da qualche giorno si parla - dopo l’esempio della Francia - di un green pass allargato e obbligatorio per stadi, concerti, eventi, ma anche per bar, ristoranti e centri commerciali.

 

Leggi anche > Un italiano su due è vaccinato, ma i contagi continuano a salire

 

Come scrive Francesco Malfetano sul quotidiano Il Messaggero, il nuovo compromesso potrebbe vedere regole diversificate a seconda che il singolo cittadino abbia avuto una sola dose o entrambe le dosi. L’idea è quella di usare il pass ‘provvisorio’ (quello dopo la prima dose) per andare in bar (ma non al banco), ristoranti al chiuso e negli altri luoghi in cui sono già previste regole di distanziamento. Con il pass ‘definitivo’ (doppia dose) invece, si potrà entrare in luoghi più affollati, come stadi, concerti, convegni, palestre, cinema, teatri, forse trasporti pubblici e soprattutto discoteche (all’aperto).

 

Leggi anche > Green pass, Pregliasco: «Sì in discoteca, no su metro e bus: per ora»

 

La possibilità è che una parte di queste misure entrino in vigore subito (come la singola dose per i ristoranti al chiuso), altre da settembre. Inoltre, come spiegato già ieri dal sottosegretario Andrea Costa, c’è anche l’idea che il green pass possa essere modulato in modo diverso a seconda del livello di rischio nelle varie Regioni: e quindi alcune norme potrebbero valere in zona bianca, altre norme diverse in zona gialla. Tutto resta però per adesso sul tavolo delle ipotesi: se ne saprà di più dopo la cabina di regia e il Consiglio dei ministri, che dovrebbe riunirsi giovedì.

Ultimo aggiornamento: 12:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA