Green pass sui treni, i viaggiatori: «A bordo ora siamo tutti più tranquilli»

Giovedì 2 Settembre 2021 di Flavia Scicchitano

«Sono stato tra i primi a vaccinarmi e ho ottenuto il green pass. In questo momento storico credo che sia una sicurezza per tutti, per chi ti siede accanto sul treno ma anche per te stesso: sapere che il tuo vicino di posto ha il certificato verde rende il viaggio più sereno».

 


Dalla stazione Tiburtina, a Roma, nel giorno della protesta contro il green pass promossa dal gruppo Telegram Basta Dittatura, sono tanti i passeggeri favorevoli all'introduzione dell'obbligo del certificato verde sui treni a lunga percorrenza. «Non mi crea problemi portarmi dietro il green pass - aggiunge un altro - ho preferito stamparlo e lo conservo nel portafogli insieme agli altri documenti, quando mi viene richiesto lo mostro. Lo facciamo al ristorante, è giusto anche sui treni. L'importante è viaggiare». E ancora: «Devo raggiungere mia figlia a Milano, per farlo mi chiedono il green pass? Ben contenta, sono vaccinata, tutelo me stessa e chi viaggia con me per lavoro o per andare a trovare amici e parenti in altre città».

 


A Tiburtina, sorvegliata speciale con un rafforzamento dei controlli di polizia, all'appuntamento non si è presentato quasi nessuno: a contarli, i manifestanti non erano più di qualche decina.

Ultimo aggiornamento: 08:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA