Gita in montagna e postano la foto su Instagram, multati due giovani. Lo sfogo: «Le forze dell'ordine non hanno niente di più utile da fare?»

Sabato 11 Aprile 2020
Una notte in tenda sulla Bisalta, montagna poco lontana da Cuneo, con tanto di foto su Instagram. La bravata è costata una multa salata a due ventenni di Peveragno (Cuneo) che, ignorando le disposizioni anti coronavirus,hanno trascorso la notte tra giovedì e ieri al Gias Morteis vicino a un osservatorio astronomico.

Leggi anche > Coronavirus controlli: dalla Germania al lago di Como per festeggiare il compleanno nella casa delle vacanze

Se non bastasse, per scaldarsi hanno anche acceso un fuoco, vietato per lo stato di massima pericolosità di incendi boschivi entrato in vigore mercoledì. Ad avvisare le autorità sono stati alcuni cittadini del paese, che hanno visto le immagini sui social. La polizia municipale di Peveragno e i volontari antincendi boschivi hanno infatti fermato i due mentre tornava a casa.

La multa non è proprio andata giù ai due amici, che si sono lamentati della cosa su Facebook. «Sono uno dei due ragazzi fermati e sanzionati - si legge sul profilo 'Sei di Peveragno se...'. Sono d'accordo con la sanzione, ma ho una domanda, magari frutto della mia ignoranza: le forze dell'ordine non hanno qualcosa di più utile da fare che impiegare un pomeriggio a cercare dei ragazzi in montagna da storie su Instagram?».
Ultimo aggiornamento: 12:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA