Genova, viene dato per disperso in mare: i sub lo cercano ma era a casa ubriaco

Domenica 16 Agosto 2020
Una storia a lieto fine. Con sorriso. È vivo è sta bene, infatti, l'uomo che dalla scorsa notte si riteneva disperso in mare a Sestri Levante. A quanto risulta, ha chiamato i carabinieri stamani da casa per denunciare di avere perso i documenti e gli indumenti. Il militare che lo ha sentito ha subito collegato la chiamata con l'imponente operazione di ricerca in corso dalle 5 del mattino e dopo una verifica ha dato la segnalazione che ha fatto interrompere il servizio di soccorso. Decine di sub e umini delle forze dell'ordine lo hanno cercato per ore, anche con l'ausilio di un elicottero. «Non ricordo dove ho lasciato gli indumenti» avrebbe spiegato l'uomo. L'ipotesi è che fosse ubriaco al momento del bagno notturno.


Dalle prime ore del mattino i vigili del fuoco con diverse unità, tra imbarcazioni, elicottero e mezzi a terra, la Capitaneria di Porto e i carabinieri si erano messi in acqua per cercare il 44enne di Genova, che si era tuffato in mare insieme ad un amico per un bagno notturno. Subito dopo risultava disperso e per questo la Baia delle Favole, con il porticciolo e le spiagge, si era riempita di soccorritori impegnati nelle ricerche. L'uomo, uno psicolog e sub aveva lasciato a terra abiti e documenti. Tre testimoni avevano visto la scena e riferito di avere visto l'amico del disperso uscire dall'acqua dopo il bagno e allontanarsi. Solo successivamente  è appreso che i due ieri sera sono stati ad una festa a Sestri Levante. Per questo tra le ipotesi c'è quella che i due fossero alterati dall'alcol.
Ultimo aggiornamento: 15:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA