Firenze, due detenuti tentano di bruciare vivo un agente con dell'olio

Martedì 14 Settembre 2021
Firenze, follia in carcere: due detenuti tentano di bruciare vivo un agente con dell'olio

Follia in carcere a Firenze. All'interno del carcere di Sollicciano un agente è stato aggredito da due detenuti che, dalla loro cella, hanno tentato di bruciarlo con dell'olio buttato sul pavimento del corridoio.

 

Leggi anche > Prato, parroco di 40 anni arrestato: «Don Francesco con i soldi delle offerte comprava cocaina e “droga dello stupro” per festini hard»

 

Un agente di polizia penitenziaria è stato aggredito la scorsa notte nel carcere fiorentino di Sollicciano. Secondo quanto dichiarato dal sindacato Uilpa, due detenuti dalla loro cella hanno buttato dell'olio sul pavimento del corridoio della sezione per farlo scivolare. Una volta caduto a terra, hanno tentato di bruciarlo vivo.

 

Mentre l'agente è rimasto ferito a terra, i due detenuti hanno dato fuoco al liquido. Le fiamme si sono propagate fino a raggiungere l'agente. L'uomo non ha riportato danni da ustione solo grazie all'intervento di un collega. L'agente è stato medicato al pronto soccorso e ha riportato una prognosi di 30 giorni per la frattura di un braccio provocata dalla caduta.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA