EasyJet choc sulla Calabria: «Terra di mafia e terremoti». L'ira della Santelli, poi le scuse della compagnia

Martedì 23 Giugno 2020 di Domenico Zurlo
EasyJet choc sulla Calabria: «Terra di mafia e terremoti». L'ira della Santelli, poi le scuse della compagnia
La compagnia aerea EasyJet è finita nell’occhio del ciclone sui social per una scritta comparsa sul sito ufficiale, in una pagina che pubblicizza la regione Calabria. Se si fa una ricerca sugli aeroporti italiani e si seleziona infatti quello di Lamezia, la descrizione che EasyJet fa della regione non è esattamente delle più lusinghiere, con parole che a tratti sembrano persino uno scherzo.

Leggi anche > Emilio Fede arrestato a Napoli: era evaso dai domiciliari

«Per un passaggio autentico della vivace vita italiana, niente di meglio della Calabria - si legge - Questa regione soffre di un’evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti, e la mancanza di città iconiche come Roma o Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram». Insomma da spaghetti, pizza e mandolino, per la compagnia aerea low cost britannica si è passati a terremoti, mafia e social network.



«Ma se cerchi un piccolo assaggio della dolce vita senza troppi turisti, allora sei nel posto giusto», si legge ancora, rimarcando proprio la presunta tranquillità e assenza di turisti, magari per attirare chi - ancora spaventato dalla pandemia - vuole passare le sue vacanze in posti isolati. «Raggiungi le città costiere della costa tirrenica per spiagge sensazionali e mai affollate». «Potrai essere tra i pochi turisti a conoscere e apprezzare veramente i tre spettacolari parchi nazionali di questa regione», conclude la presentazione. Se sia una precisa strategia di psicologia inversa, non è dato sapere: nel frattempo, almeno per Twitter (dove #easyjet è finito rapidamente in tendenza) trattasi di figuraccia.

LE SCUSE: TESTO RIMOSSO Il testo 'incriminato' è stato poi rimosso dal sito, e la compagnia si è scusata: «EasyJet si scusa apertamente con tutti i calabresi e la Regione Calabria per la descrizione contenuta nella scheda informativa all'interno del sito. L'intento originale del testo era sottolineare quanto la Calabria sia sottovalutata all'estero da un punto di vista turistico», si legge in una nota

«La Calabria è una terra per noi molto importante, che amiamo e che promuoviamo da sempre con numerosi voli su Lamezia Terme. Ne è una dimostrazione anche il fatto che il primo volo del 15 giugno, che coincide con il ripristino delle operazioni post lockdown, è stato quello verso l'aeroporto di Lamezia Terme». «Abbiamo provveduto immediatamente - conclude EasyJet - a rimuovere il testo in questione e avviato un'indagine interna per capire l'accaduto e fare in modo che non accada mai più».
LE REAZIONI DI PROVENZANO E MELONI «Offese inaccettabili contro la Calabria e l'Italia quelle contenute sul sito di EasyJet. Alla compagnia, che ha annunciato la rimozione della vergognosa scheda, chiediamo le scuse nei confronti dell'Italia intera», ha scritto sui suoi profili social Giorgia Meloni. «Easyjet chieda scusa, alla Calabria e all'Italia. Non c'è altro da aggiungere», in un tweet il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano.

IRA SANTELLI «La pseudo operazione di marketing sulla Calabria realizzata da EasyJet è offensiva, miope e ha un chiaro sapore razzista. Si potevano usare tante parole per descrivere la meraviglia e la straordinarietà di una regione unica al mondo, ma la compagnia inglese ha scelto le più becere e le più consunte, realizzando una pubblicità ingannevole che non è altro che una sommatoria di inqualificabili pregiudizi. Per questo ho immediatamente scritto una lettera di protesta alla compagnia», il commento della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.

«Descrivere la Calabria - prosegue - come una regione che 'soffre di un'evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremotì e per via della 'mancanza di città iconiche come Roma e Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram', oltre che falso, è anche profondamente ridicolo. Così come lo è parlare di 'case bizzarrè, come se ci si trovasse a descrivere le abitazioni dei puffi. I calabresi meritano rispetto e una miglior considerazione da parte di tutti. Prendiamo comunque atto delle scuse pubbliche di EasyJet, che ha già provveduto a modificare il testo originariamente apparso nella sezione 'Ispiramì del suo sito».

«A pensarci bene - conclude la Governatrice della Calabria - il modo migliore per rimediare a una gaffe senza precedenti sarebbe quello di incrementare in modo considerevole i voli per la Calabria, in modo da permettere alle migliaia e migliaia di passeggeri di EasyJet di scoprire le infinite meraviglie della nostra terra. Non abbiamo Roma e non abbiamo Venezia, certo, ma non ci lamentiamo affatto. La Calabria è una meraviglia che merita solo di essere ammirata».
Ultimo aggiornamento: 14:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA