Dora morta cadendo dal quarto piano, il fidanzato indagato per istigazione al suicidio

La morte della ragazza resta avvolta dal mistero, i carabinieri hanno indagato il fidanzato di Dora Lagreca

Lunedì 11 Ottobre 2021
Dora morta dal quarto piano, il fidanzato: «Si è gettata dopo un litigio». Gli ultimi post su Facebook

È indagato per istigazione al suicidio Antonio Capasso, il fidanzato di Dora Lagreca, la donna di 30 anni, originaria di Montesano sulla Marcellana (Salerno), morta a Potenza nella notte tra venerdì e sabato scorso dopo essere caduta da un balcone al quarto piano di una palazzina di via Di Giura, nel rione Parco Aurora. Lo riporta l'Ansa.

L'uomo ha raccontato ai Carabinieri di aver cercato di fermare la fidanzata ma di non esserci riuscito. È stato poi lo stesso Capasso a chiamare i soccorsi. Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza.

 

 

 

IL CASO

Dora Lagreca è morta a 30 anni dopo essere precipitata dal quarto piano, ma la sua morte è avvolta da un velo di mistero. La donna che lavorava come assistente scolastica si sarebbe buttata dal balcone della palazzina di Potenza dopo un brutto litigio con il fidanzato. A raccontarlo è lo stesso compagno che ai carabinieri ha detto di averla provata a dissuadere ma senza successo.

 

Leggi anche > Alessandro Venturelli, a Storie Italiane il trauma del coma e il giallo delle targhe: «Mamma stai attenta»

 

 

 

Come riportato da Il Mattino, la lite sarebbe stata raccontata nel corso di un lungo interrogatorio, durato 5 ore, fatto dai carabinieri per ricostruire la tragedia. L'uomo per ora non è indagato ma sul caso resta un velo di mistero. Il giovane ha raccontato di averla vista prendere la rincorsa verso il balcone, ha spiegato di aver provato ad afferrarla quando ha scavalcato l'inferriata ma di non essere riuscito ad evitare la caduta nel vuoto.

 

Per ora nessuna pista sembra esclusa, dal suicidio all'omicidio, visto che persone molto vicine alla 30enne hanno riferito di non pensare che potesse togliersi la vita da sola. A far scattare un piccolo campanello di allarme uno degli ultimi post di Dora su Facebook in cui la 30enne scrive: «Spesso ci fa male chi conosciamo», poi un un'altro aggiunge: «Gli uomini dovrebbero avere famiglie non amanti».

 

Intanto la famiglia chiede che venga fatta luce sul caso. I carabinieri stanno analizzando pc e smartphone di Dora e martedì verrà effettuata l'autopsia sul corpo che potrebbe chiarire molti aspetti della vicenda. 

Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre, 22:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA