Discoteche, Fedriga per la riapertura: «Con il Green pass si può»

Giovedì 1 Luglio 2021
Discoteche, Fedriga per la riapertura: «Con il Green pass si può»

Green pass e discoteche, il presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga ha parlato stamattina su SkyTg24 commentando lo slittamento della riapertura delle discoteche, con l'ipotesi di nuovi ristori emersa nel Consiglio dei ministri di ieri. «Dobbiamo metterci d'accordo: se diciamo che il vaccino funziona e il green pass serve, allora dobbiamo usarli per far funzionare delle attività che oggettivamente sono più a rischio, ma dall'altro lato non è che oggi non ci siano incontri e chi balla. Semplicemente non lo fanno nei luoghi regolari per farlo».

 

Leggi anche > Discoteche, slitta ancora la riapertura: ipotesi nuovi ristori. Sileri: «Green pass? Basterà la prima dose»

 

«Spero che ci possa essere una responsabilità da parte di tutti per tornare ad avere una linea di coerenza - ha sottolineato Fedriga -, perché la poca coerenza l'abbiamo vista sulla comunicazione sui vaccini, che ha messo in difficoltà le regioni» come nel caso di AstraZeneca. Quanto ai possibili rallentamenti della campagna vaccinale, «faremo dalla prossima settimana degli incontri bilaterali tra la singola regione e la struttura commissariale per trovare criticità e risolverle». Fedriga ha spiegato che «la criticità sta nell'impossibilità di usare AstraZeneca e Johnson & Johnson per gli under 60» assieme al fatto che «sommando Pfizer e Moderna avremo circa 800mila dosi in meno a livello nazionale durante questo mese».

 

La campagna di vaccinazione in Friuli Venezia Giulia «la stiamo portando avanti con buoni risultati e un'ottima programmazione. Siamo riusciti giornalmente a superare i target dati dal commissario Figliuolo e prevediamo anche una costanza del raggiungimento di questi obiettivi per tutto il mese di luglio». «I vaccini proteggono anche dalla variante Delta, ovvero se un contagio ha sintomi lievi o addirittura nulla è totalmente diverso dal dramma che abbiamo visto col coronavirus fino a oggi», ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia. «Non c'è dubbio che ci sia da utilizzare la massima cautela sulla variante Delta - ha precisato Fedriga -, ma bisogna avere anche la consapevolezza che i numeri, almeno ad oggi, testimoniano che fa contagiare di più anche i vaccinati ma vediamo un bassissimo aumento di ospedalizzazione e malattia grave». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA