Denise Pipitone, mistero sulla telefonata di Anna Corona: «Un anziano ricorda la bambina in braccio al nipote»

Mercoledì 28 Aprile 2021

Restano ancora molte ombre sul caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo 17 anni fa. Emergono nuovi elementi che potrebbero aiutare a ricostruire i tasselli della misteriosa sparizione dopo che le prime attenzioni si sono da subito concentrare su Anna Corona, ex moglie del padre della piccola Denise, Piero Pulizzi.

 

Leggi anche > Perché Denise Pipitone non ha il cognome del padre né della madre: il motivo che non tutti conoscono

 

Il caso viene analizzato di nuovo da Mattino 5 che ricorda come il giorno della scomparsa di Denise Anna avrebbe chiamato la madre da un capannone di una falegnameria. Nel corso della chiamata avrebbe detto all'anziana signora di mettere in allerta le figlie, Jessica e Alice, perché stava succedendo qualcosa di molto grave. La mamma di Anna ha detto di aver sentito per telefono la figlia e che per quello che ne sapeva lei la donna sarebbe rimasta nell'albergo dove lavorava fino alle 15,30.

 

 

 

A queste parole si sommano quelle di un anziano signore, che oggi è però deceduto, di nome Battista dalla Chiave, una persona sordomuta che lavorava nella falegnameria da cui sarebbe partita la chiamata. L'uomo avrebbe raccontato che suo nipote, di nome Peppe, quel giorno aveva in braccio una bambina che era sullo scooter insieme a lui e che era avvolta da una coperta. Secondo l'anziano si sarebbe trattato di Denise, ma purtroppo quella pista non è stata approfondita e adesso si cerca di capire. Il nipote dell'anziano signore, infatti, sarebbe stato il marito di una cara amica di Anna. 

Ultimo aggiornamento: 13:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA