Il crimine non ha età: due 70enni tentano rapina alle Poste, un'anziana arrestata per cocaina

Due singolari casi di cronaca in poche ore: il primo in Campania, il secondo in Abruzzo. Colpisce l'età e l'insospettabilità degli arrestati

Il crimine non ha età: due 70enni tentano rapina alle Poste. Un'anziana arrestata per spaccio di cocaina
Il crimine non ha età: due 70enni tentano rapina alle Poste. Un'anziana arrestata per spaccio di cocaina
3 Minuti di Lettura
Sabato 2 Aprile 2022, 21:43 - Ultimo aggiornamento: 23:38

Altro che terza età. Due singolari casi di cronaca, a distanza di poche ore, coinvolgono in Italia tre persone ultrasettantenni, per due reati decisamente poco comuni per persone così anziane. Il primo è una tentata rapina alle Poste (due anziani arrestati e un terzo complice in fuga), il secondo è un supermarket delle droghe pesanti allestito da un'insospettabile donna di 70 anni.

Leggi anche > Incidente e paura per l'ex arbitro Trentalange: il presidente Aia ricoverato in ospedale

Over 70 e rapinatori, tentano il colpo ma vengono arrestati. Complice in fuga

Due rapinatori di 71 e 74 anni, entrambi residenti a Roma, sono stati arrestati questa mattina dopo aver tentato di rapinare un ufficio postale in viale Dante Alighieri, a Bellona (Caserta). I carabinieri, in transito nella zona, erano stati allertati da una donna che, molto agitata, li ha fermati e informati della rapina. I militari hanno indossato giubbotti antiproiettile e sono entrati nell'ufficio, dove intanto i due banditi avevano scavalcato il banco delle casse per impossessarsi dei soldi. I carabinieri hanno quindi immobilizzato i due disarmandoli di pistola e taglierino e di una ricetrasmittente. La pistola che avevano era però una semiautomatica giocattolo, riproduzione fedele di un'arma vera, priva di tappo rosso, completa di caricatore con 10 colpi a salve. Nessuno è rimasto ferito, solo due persone, una impiegata ed un utente, sono state colte da un leggero malore e curate dai sanitari del 118. I due rapinatori sono stati condotti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Dalle prime indagini dei carabinieri della stazione di Vitulazio e della Compagnia di Capua è emerso che i due si sono avvalsi di un complice, rimasto di vedetta all'esterno dell'ufficio, che è riuscito a dileguarsi. 

Nonna cocaina, il supermarket della droga dell'insospettabile anziana

Ancora più incredibile quanto avvenuto a Montesilvano (Pescara), dove in casa di una 70enne, incensurata, la polizia ha trovato oltre 120 grammi di cocaina già pesata e ripartita in dosi. Gli investigatori, sugli sviluppi di precedente attività investigativa, sono riusciti a risalire all'insospettabile donna e, una volta entrati nel suo appartamento, hanno rinvenuto lo stupefacente insieme a bilancini, materiale da taglio e strumenti per il confezionamento. Il tutto è stato sequestrato e la pensionata è stata posta ai domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA