Covid, tornano da oggi le visite dei parenti in ospedale

Da aprile stop al green pass all'aperto e alleggerimento delle restrizioni

Covid, tornano da oggi le visite dei parenti in ospedale
di Enrico Chille
3 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Marzo 2022, 07:30 - Ultimo aggiornamento: 11 Marzo, 11:31

A piccoli passi verso il ritorno alla normalità. Tra gesti di grande valore sentimentale fino ai piccoli piaceri, da oggi, in maniera progressiva, l'Italia inizierà a uscire dall'emergenza Covid. Ecco tutte le novità previste.

Covid in Italia, il bollettino di mercoledì 9 marzo: 156 morti e 48.483 casi in più. Tornano a calare i positivi


VISITE IN OSPEDALE Da oggi, dopo oltre due anni, sarà possibile tornare a far visita ai parenti ricoverati in ospedale. Per farlo, sarà necessario indossare la mascherina Ffp2 ed avere il super green pass (tre dosi di vaccino oppure un tampone negativo, da effettuare nelle 48 ore precedenti, nel caso di sole due dosi o di guarigione avvenuta da meno di sei mesi). «Sarà un giorno da ricordare per tanti pazienti e le loro famiglie, saranno possibili visite per almeno 45 minuti. L'affetto e la vicinanza dei cari sono fondamentali per il percorso di guarigione», ha spiegato il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa.

Covid, Pregliasco: «Il virus c’è ancora, i casi salgono. Meglio non abolire il green pass»


LE MISURE DA APRILE Con la fine dello stato di emergenza, saranno allentate gradualmente diverse restrizioni. Il sottosegretario Costa ha anticipato che dal 1° aprile non sarà più necessario il green pass nelle attività commerciali all'aperto, mentre potrebbe essere abolito anche al chiuso a partire dal 1° maggio.
Per quanto riguarda l'obbligo di mascherina al chiuso, si valuterà un graduale allentamento. «Nei prossimi giorni, comunque - ha spiegato ancora Costa - il governo stilerà un cronoprogramma sulle riaperture graduali, che partiranno dall'inizio di aprile e dovrebbero portarci ad una estate senza restrizioni».


SI MANGIA AL CINEMA
Da oggi sarà anche possibile consumare snack, popcorn e bevande nelle sale cinematografiche, nei teatri e nei locali di intrattenimento e musica dal vivo. Lo stop era scattato a Natale, con la nuova ondata di contagi causata dalla variante Omicron.
riproduzione riservata ®

© RIPRODUZIONE RISERVATA