Green pass, stadio vietato ai non vaccinati: il governo pensa a una stretta

Per tutto il settore dello svago, ipotesi green pass solo con il vaccino

Green pass, stadio vietato ai non vaccinati: il governo pensa a una stretta
Green pass, stadio vietato ai non vaccinati: il governo pensa a una stretta
2 Minuti di Lettura
Martedì 16 Novembre 2021, 13:06 - Ultimo aggiornamento: 17 Novembre, 15:32

Stadi vietati ai non vaccinati. È l'ipotesi che sta considerando il Governo, allo studio su una nuova stretta per gli eventi di massa. La misura potrebbe rientrare nei nuovi criteri che potrebbero essere stabiliti per ottenere il green pass.

Leggi anche > Quattro Regioni verso la zona gialla: scatta l'allarme Natale. Tornano le mascherine all'aperto?

L'ipotesi su cui sta lavorando il Governo, secondo SportMediaset, è di modificare le modalità di rilascio del green pass. Il certificato verde resterebbe obbligatorio ma la possibilità di ottenerlo con il tampone negativo resterebbe prevista solo per le attività lavorative. Per tutto il settore dello svago, quindi oltre agli stadi anche cinema, teatri e locali, la possibilità di ottenere il green pass sarebbe riservata esclusivamente ai vaccinati con ciclo completo.

La decisione definitiva dovrebbe arrivare venerdì prossimo, quando l'Istituto superiore di Sanità pubblicherà i nuovi dati del monitoraggio settimanale dell'epidemia. L'obiettivo è quello di raggiungere ad una stretta simile a quella dell'Austria, che ha imposto il lockdown ai non vaccinati, ma un po' più 'soft'. Ad ogni modo, una cosa è certa: per gli stadi non ci saranno ulteriori allentamenti. Lo aveva confermato anche il ministro della Salute, Roberto Speranza, domenica scorsa a Che tempo che fa: «Non prevediamo di aumentare al 100% la capienza negli stadi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA