Covid, sanzioni per i no vax ultra 50enni. Il Governo chiarisce: «Multe fino a 3000 euro»

In caso di reiterata violazione la sanzione è raddoppiata

Da palazzo Chigi arrivano le nuove direttive per i no vax over 50, soggetti a sanzione per diversi motivi
Da palazzo Chigi arrivano le nuove direttive per i no vax over 50, soggetti a sanzione per diversi motivi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 7 Gennaio 2022, 22:56

Ancora sanzioni per i no vax. Oltre alla multa da 100 euro agli over 50 non vaccinati, definita «una presa in giro» da scienziati e virologi, arrivano ulteriori strette da palazzo Chigi. «Per il solo fatto - si legge nella nota - di non sottoporsi alle somministrazioni pur essendo obbligati (perché ultra 50enni) è prevista anche la sanzione da 600 a 1500 euro se l’obbligato al vaccino è colto sul luogo di lavoro senza green pass rafforzato (da vaccinazione o da guarigione)».

Leggi anche - Speranza: «Il lavoro a distanza può aiutarci molto a spezzare catena del contagio»

«In caso di reiterata violazione la sanzione è raddoppiata e può quindi arrivare fino ad un massimo di 3000 euro». E ancora: «Inoltre per i lavoratori ultracinquantenni che non abbiano Super Green pass c'è la sospensione dal lavoro, senza retribuzione». 

Oltre alle sanzioni succitate «si aggiungono quelle già contemplate per accedere a determinati servizi e attività (ad esempio, ristoranti, palestre, treni, autobus, cinema, teatri, stadi ecc.). In questi casi, infatti, chi è tenuto al Green pass rafforzato e quindi alla vaccinazione (indipendentemente dall'eta) soggiace a sanzione da 400 a 1000 euro se colto senza green pass rafforzato nei luoghi nei quali è necessario». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA