Covid, il pressing delle Regioni: «Stop colori e quarantena solo per chi ha sintomi»

Mercoledì 26 Gennaio 2022 di Enrico Chillé

Stop ai colori per fasce di rischio (ad eccezione della zona rossa) e più libertà per chi ha completato il ciclo vaccinale. Sono le richieste delle Regioni al Governo, insieme a regole più semplici e meno rigide anche per la scuola.Con l'ondata di Omicron che ha fatto saltare il tracciamento, le Regioni chiedono di poter escludere dalle quarantene e dai tamponi chi ha completato il ciclo vaccinale e non ha sintomi. Oltre a conteggiare tra i positivi solo coloro che sono effettivamente ricoverati per Covid e non entrano in ospedale per altre ragioni. Richieste analoghe anche per la scuola: mai più didattica a distanza né obbligo di quarantena e test per bambini e ragazzi vaccinati e senza sintomi, periodi di isolamento più brevi per gli studenti e le loro famiglie, più casi necessari a far scattare la chiusura degli asili.I vari temi verranno affrontati nella Conferenza Stato-Regioni del 2 febbraio, ma sono già al vaglio del Governo. Un allentamento possibile con il consolidamento del plateau: ieri i nuovi casi sono stati 186.740, il tasso di positività che scende dal 15% al 13,36%. Continuano però ad aumentare i ricoveri (+162 in 24 ore) e le terapie intensive (+9), così come i decessi (468, anche se 168 sono avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo ieri da alcune Regioni).
(E. Chi.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA