Coronavirus, spara dal balcone a un rider che stava facendo una consegna a domicilio: 21enne arrestato

Martedì 14 Aprile 2020
Coronavirus, spara dal balcone a un rider che stava facendo una consegna a domicilio: 21enne arrestato
Ha sparato dal balcone di casa ad un giovane che stava effettuando una consegna a domicilio in un palazzo vicino, solo perché il rider si era appoggiato alla sua auto, parcheggiata davanti casa. In piena emergenza coronavirus, accade anche questo: un 21enne, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di tentato omicidio e detenzione illegale di arma da fuoco.

Leggi anche > Coronavirus, gruppi Telegram per evitare i posti di blocco: così gli italiani a Pasqua hanno aggirato i divieti​



È accaduto due sere fa a Bari, nel quartiere Madonnella. I carabinieri hanno ricostruito l'accaduto: il giovane rider, di nazionalità nigeriana, era giunto nei pressi dell'abitazione di Vito Antonio Cassandra per effettuare una consegna. Quando il 21enne ha visto il rider appoggiarsi alla sua macchina, lo ha prima aggredito verbalmente, per poi sparare alcuni colpi di arma da fuoco, che fortunatamente non hanno raggiunto nessuno ma hanno parzialmente danneggiato il furgone con cui il ragazzo effettuava le consegne. Lo riporta la Gazzetta del Mezzogiorno.

Dopo l'esplosione dei colpi di pistola, una calibro 6,35, il 21enne barese si era dato alla fuga da casa ma è stato bloccato prontamente dai militari. Subito dopo l'arresto è giunta la convalida: i colpi esplosi, partiti dall'alto verso il basso, avrebbero potuto causare una tragedia. © RIPRODUZIONE RISERVATA