Coronavirus, dopo 3 mesi in rianimazione vede la moglie: paziente migliora e guarisce

Domenica 26 Luglio 2020

Per tre mesi ha combattuto contro il coronavirus senza dare alcun segno di miglioramente. Poi i medici hanno avuto un'intuizione e hanno permesso alla moglie di vederlo, da quel momento le sue condizioni sono migliorate fino a guarire. A salvare un uomo è stato l'amore, quello verso la moglie, visto che il solo sguardo gli ha ridato la voglia di vivere.

Leggi anche > Coronavirus, Crisanti: «La seconda ondata potrebbe arrivare già da fine agosto». Cosa sta succedendo

La storia arriva dall’Unità operativa Anestesia e Rianimazione 1 degli Spedali Civili di Brescia dove i medici, vedendo uno strano abbattimento nel paziente, hanno permesso alla moglie, con le dovute protezioni, di passare qualche minuto con lui. L'uomo era attaccato alle macchine, non riusciva a respirare solo, ma dopo la visita della donna è stato meglio fino poi a guarire.

«È stata un’illuminazione felice. Ci siamo detti: facciamogli incontrare la moglie», ha raccontato Gabriele Tomasoni, primario dell’Unità operativa Anestesia e Rianimazione 1 degli Spedali Civili al Giornale di Bresci, e così è stato. 

Ultimo aggiornamento: 16:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA