Coronavirus, dal 15 giugno l'Europa riapre le frontiere: ecco dove potranno andare gli italiani e dove no

Martedì 9 Giugno 2020

Dal 15 giugno ci sarà la riapertura dei confini nazionali e gli italiani potranno tornare a viaggiare in Europa. Ogni paese ha preso e prenderà le dovute precauzioni per continuare ad arginare il rischio di contagi da coronavirus, quindi quale sarà la situazione tra una settimana? Quali saranno i paesi in cui si potrà viaggiare?

Leggi anche > «Gli asintomatici raramente contagiano il coronavirus», i dati dell'Oms ribaltano le precedenti teorie

Italia e Spagna sono stati i paesi europei più colpiti dalla pandemia, per questo molte nazioni stanno prendendo tempo per stabilire le misure da prendere, come ad esempio l'Austria che non ha ancora comunicato una data. La nazione sta valutando un accesso in base alle regioni. Proprio in queste ore è arrivato l'ok dalla Grecia, l'ultimo dopo quello di Germania, Albania, Australia, Austria, Macedonia del Nord, Bulgaria, Germania, Danimarca, Svizzera, Estonia, Giappone, Israele, Cina, Croazia, Cipro, Lettonia, Libano, Nuova Zelanda, Lituania, Malta, Montenegro, Norvegia, Corea del Sud, Ungheria, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia. In tutti questi paesi gli italiani potranno entrare senza particolari restrizioni e senza quarantena.

I paesi che invece prevedono quarantena per chi arriva da altre nazioni europee sono il Regno Unito, la Polonia, la Croazia. Niente italiani, al momento, invece in Danimarca, le cui frontiere sono aperte solo ai turisti provenienti da Germania, Norvegia e Islanda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA