Coronavirus, Nicola muore a 27 anni dopo due giorni in terapia intensiva: «Sognava di diventare uno chef»

Venerdì 27 Novembre 2020

Nicola è morto di covid a soli 27 anni. Nicola Bruno, 27enne di Andria, è morto nell'ospedale di Barletta dove era stato ricoverato in terapia intensiva e intubato a causa delle complicazioni del coronavirus. Il giovane ha lottato tra la vita e la morte per due giorni prima che il virus lo portasse via.

 

 

 

Nicola era un apprendista chef, sognava di diventare cuoco, ma purtroppo non è riuscito a sconfiggere la malattia. Distrutta la famiglia che non avrebbe mai pensato che il 27enne potesse morire per il virus, tutto il paese lo ha ricordato con messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook. Nicola aveva già avuto in passato altri problemi di salute, tra cui l'obesità che potrebbe aver influito negativamente nel suo quadro clinico.

 

Il 27enne è una delle più giovani vittime del virus in Puglia. Lo scorso 19 novembre nella stessa regione è morta la 41enne Antonella Abbatangelo e prima ancora un'altra donna di 31 anni, entrambe residente a Trani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA