Coronavirus, primo contagiato nel Salento: è un 58enne

Lunedì 2 Marzo 2020 di Maddalena MONGIÒ

Il coronavirus arriva nel Salento: si tratta di un 58enne di Aradeo. L'uomo è arrivato oggi al Santa Maria Novella di Galatina ed è risultato positivo al primo tampone (analizzato al Vito Fazzi di Lecce). La conferma della positività è arrivata in serata anche dal Policlinico di Bari. 

Da quanto si apprende l'uomo avrebbe avuto contatti di lavoro in Lombardia, a Milano, da dove sarebbe tornato da poco. L'uomo è ricoverato nel reparto di malattie infettive dell'ospedale di Galatina. Il pronto soccorso dell'ospedale è stato subito chiuso per la sanificazione. Da quanto si è appreso, si sarebbe presentato al pronto soccorso in preda ad una crisi lipotimica non riconducibile in un primo momento al nuovo coronavirus. È stato lo stesso paziente a rivelare in seguito di essere stato affetto nei giorni precedenti da episodi febbrili che aveva provveduto a curare con degli antipiretici. Di qui la decisione del direttore del reparto di eseguire immediatamente il test per il Covid-19.

La Asl e il dipartimento saniario regionale confermano la notizia: «Dalle prime informazioni riferite dal paziente ai sanitari l'infezione sarebbe stata contratta in Lombardia», spiega il presidente della Regione, Michele Emiliano. Il direttore del dipartimento di Prevenzione della Asl di Lecce ha avviato l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche e l'attività di 'contact tracing' per provvedere all'isolamento fiduciario domiciliare di eventuali contatti stretti, anche perché a quanto si apprende l'uomo svolge un lavoro che lo porta a stare a stretto contatto con il pubblico.

 

Ultimo aggiornamento: 22:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA