Nuovo decreto, congedi parentali e bonus baby sitter: chi può richiederlo. E c'è anche il diritto allo smart working

Venerdì 12 Marzo 2021
Congedi parentali e bonus baby sitter: «Retroattivi dal 1 gennaio». E c'è anche il diritto allo smartworking

Con il nuovo decreto anti Covid arrivano i congedi parentali e il bonus baby sitter. Come illustrato dalla ministra delle Pari Opportunità Elena Bonetti, saranno stanziati 290 milioni di euro e nel decreto entra anche il diritto allo smartworking: «Si tratta di 290 milioni di euro per far fronte alle difficoltà delle famiglie, in seguito alle nuove misure restrittive che si rendono necessarie per contrastare la diffusione del Covid-19», ha detto la Bonetti.

 

Leggi anche > Nuovo decreto approvato dal Cdm. Tutte le misure

 

«Tutelare le lavoratrici e i lavoratori è una priorità, unitamente al diritto dei minori di essere accompagnati in questa fase di ripresa della didattica a distanza. I congedi saranno retroattivi dal 1 gennaio 2021 e retribuiti al 50% sotto i 14 anni. Dai 14 ai 16 saranno usufruibili senza retribuzione», sottolinea. «Abbiamo inoltre reintrodotto il diritto allo smart working per chi ha figli sotto i 16 anni. Per i lavoratori autonomi, gli operatori sanitari e le forze dell'ordine abbiamo previsto il bonus baby sitter fino a 100 euro alla settimana. Sono misure necessarie e doverose per sostenere concretamente le famiglie e tutti i bambini e ragazzi del nostro Paese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA