Carabiniere ucciso: anche una tazzina di caffè tra fiori e lettere come ultimo saluto

Carabiniere ucciso: anche una tazzina di caffè tra fiori e lettere come ultimo saluto
Mazzi di fiori. Striscioni. Dediche e ringraziamenti. Sono stati tantissimi gli oggetti lasciati in ricordo del vice brigadiere Mario Cerciello Rega in via Pietro Cossa a Roma (luogo dove è stato ucciso). Anche una tazzina di caffè, in onore delle sue origini partenopee. 

Carabiniere ucciso, gli inquirenti: «Cerciello aveva dimenticato la pistola ma era in servizio»

È l'omaggio che Napoli probabilmente ha voluto fare al vice brigadiere per ringraziarlo del servizio svolto per il Paese, in questi giorni in cui l'opinione pubblica si sta stringendo attorno al dolore della moglie e della famiglia del carabiniere.  A mostrare lo speciale regalo dedicato al 35enne di Napoli sono state le telecamere de La Vita in Diretta estate, il programma pomeridiano di Rai1 condotto da Lisa Marzoli e Beppe Convertini.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 30 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 21:11
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti