«Voglio diecimila euro». E massacra con calci e pugni la mamma

Mercoledì 22 Settembre 2021

Ha massacrato di botte l'anziana mamma per spillarle diecimila euro. A salvare la malcapitata sono stati i carabinieri della stazione di Crispiano, in provincia di Taranto. I militari, allertati da un vicino, sono piombati in quella casa nel centro abitato della cittadina jonica, e hanno fermato l'uomo, un 41enne con precedenti alle spalle.

 

 

Esplode il decespugliatore nel campo dietro casa: Enzo muore tra le fiamme

 

La vittima, una tarantina di 67 anni, è stata soccorsa e condotta in ospedale, dove è stata ricoverata con una prognosi di trenta giorni.

 

Il pestaggio

Il pregiudicato si è presentato l'altro giorno a casa della mamma e ha preteso la somma di denaro. La madre ha tentato di farlo ragionare spiegando di non avere quei diecimila euro. La reazione del figlio è stata terribile. Ha assalito la mamma e l'ha picchiata con calci e pugni. Le urla disperate della vittima hanno attirato l'attenzione dei vicini ed è stato uno di loro a chiedere l'intervento dei carabinieri.

 

I soccorsi

Le pattuglie della vicina stazione dei carabinieri di Crispiano si sono dirette di gran carriera verso quell'abitazione del centro. Una volta sul posto i militari hanno bloccato il figlio ed hanno soccorso la vittima, che è stata affidata ai sanitari del 118. La donna ha raccontato ai militari di essere assillata da tempo dalle richieste di quel figlio. Per l'uomo si sono spalancate le porte del carcere con le accuse di tentata estorsione, lesioni personali e stalking.

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 13:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA