Fase 2: oltre 4mila persone rientrate oggi in Calabria, solo 700 per motivi di lavoro

Lunedì 4 Maggio 2020 di Simone Pierini
Fase 2: oltre 4mila persone rientrate oggi in Calabria, solo 700 per motivi di lavoro

I rientri in Calabria che ad oggi sono stati registrati sul sito della Regione sono 22.011. Di questi, 4.355 sono avvenuti oggi; 697 sono le registrazioni per ingressi in regione legati a motivi di lavoro, salute e attività istituzionali. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale». Comincia così la fase 2 nel territorio finito nella bufera per lo scontro con il governo in seguito all'ordinanza che ha permesso a bar e ristroranti di riaprire. Ieri il ministro Boccia ha impugnato tale ordinanza, ma la risposta della presidente Santelli è stata: «Non la ritiro».

IL RICORSO AL TAR

È stato depositato oggi, al Tar della Calabria sezione di Catanzaro, il ricorso del Governo contro l'ordinanza emessa il 29 aprile scorso dal presidente della Regione Calabria Jole Santelli che consente a bar, ristoranti e agriturismo la somministrazione di cibi e bevande se posseggono tavoli all'aperto. Il ricorso è stato presentato dall'Avvocatura generale dello Stato ed è stato assegnato alla prima sezione. Il ricorso è di tipo ordinario.
 

 

SANTELLI: «LOCKDOWN? SITUAZIONE CLAUSTROFOBICA»

«È stata una situazione un pò claustrofobica, non è il massimo parlare di Covid-19 14 ore al giorno. Però devo dire che ho anche scoperto tante belle persone». Lo racconta a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Jole Santelli, Presidente della Regione Calabria parlando del lockdown, secondo quanto riporta una nota. Ha passato questo periodo con un compagno? le è stato chiesto. «No, purtroppo non sono innamorata, sono single». Qual è il suo uomo ideale? «Un uomo che mi faccia ridere e non mi butti addosso tutti i suoi problemi». Fisicamente come le piacerebbe? «Forse più bruno che biondo». Le piacerebbe un politico? «No. Noi politici siamo egocentrici e insopportabili». Se il suo uomo ideale fosse un attore, chi potrebbe essere? «Brad Pitt. Anche se non mi facesse ridere, lui me lo prenderei lo stesso», ha scherzato la Santelli a Un Giorno da Pecora. 

IN 400 ARRIVERANNO IN TRENO IN 24 ORE

In totale sono circa 400 i calabresi che faranno rientro nell'arco delle 24 ore, in regione, utilizzando il treno come mezzo di trasporto. Al loro arrivo in stazione, ad attenderli, gli uomini della Polfer e i sanitari che fanno parte dell'equipe dei laboratori mobili. Ogni passeggero sarà sottoposto al controllo della temperatura, verrà informato sull'obbligo di registrarsi sul sito della Regione Calabria e dovrà rispettare i 14 giorni di isolamento domiciliare volontario. I tamponi, invece, verranno effettuati solo su base volontaria. A Paola, nella mattinata, con l'intercity IC 723 sono scesi circa 24 passeggeri, provenienti da Roma Termini. Nel pomeriggio e in serata arriveranno gli altri passeggeri che hanno prenotato il rientro nella proprio luogo di residenza. 

IN 200 SU BUS DA NORD VERSO PUGLIA E BASILICATA

Per domani è previsto lo spostamento verso sud di poco più di 270 passeggeri a bordo di bus della compagnia Marino provenienti da diverse città del Nord Italia. viaggiatori partiranno oggi pomeriggio da Milano, Torino, Genova, Firenze, Bologna e altre città del Nord, e arriveranno in 50 destinazioni di Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia a partire dall'alba di domani. A Bari l'arrivo è previsto alle 8.15. Il 70% del totale dei passeggeri in partenza dal Nord, circa 200, sarà diretto in Puglia e Basilicata, «con una leggera prevalenza - spiegano dall'azienda - di passeggeri verso il Tarantino e il Salento». «Rispetto al periodo pre-Covid - aggiungono - , attualmente le corse si svolgono a regime ridotto. Per raggiungere il sud è attivo un solo collegamento al giorno» e non ci sono collegamenti diretti. Dalle diverse città del nord, cioè, le varie diramazioni convergono nell'hub di Bologna che funziona da interscambio per le diverse regioni del sud. Su ogni bus a due piani viaggiano 33 passeggeri e fino al 16 maggio c'è già il tutto esaurito.

I DATI DEL CONTAGIO IN CALABRIA

«In Calabria ad oggi sono stati effettuati 37.390 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.118 (+4 rispetto a ieri), quelle negative sono 36.272». Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria. «Territorialmente - prosegue - i casi positivi sono così distribuiti: Catanzaro: 46 in reparto; 2 in rianimazione; 60 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 32 deceduti; Cosenza: 22 in reparto; 285 in isolamento domiciliare; 122 guariti; 29 deceduti; Reggio Calabria: 18 in reparto; 2 in rianimazione; 133 in isolamento domiciliare; 87 guariti; 16 deceduti; Crotone: 7 in reparto; 46 in isolamento domiciliare; 54 guariti; 6 deceduti; Vibo Valentia: 53 in isolamento domiciliare; 17 guariti; 5 deceduti. Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi.

Un paziente ricoverato all'Ospedale Pugliese di Catanzaro è di Taranto. Si precisa che al Policlinico di Germaneto sono stati ricoverati due pazienti provenienti da altre province. Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso». I «soggetti in quarantena volontaria - si legge ancora - sono 5.326 così distribuiti: Cosenza: 418, Crotone: 1.694, Catanzaro: 1.907, Vibo Valentia: 179, Reggio Calabria: 1.128. 

Ultimo aggiornamento: 18:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA