Cacciatore spara e ferisce papà con in braccio il figlio di 4 mesi

«Il piccolo è scoppiato in un pianto disperato, il primo pensiero è che fosse stato colpito»

Martedì 26 Ottobre 2021
un fucile da caccia

Era uscito nel giardino di casa per fare due passi con in braccio suo figlio di quattro mesi quando un colpo di fucile lo ha ferito al viso. Tragedia sfiorata domenica pomeriggio a Fossalta di Piave, nel Veneziano. Immediata la denuncia dell'uomo che vive in una casa circondata da terreni spesso frequentati da cacciatori. Il padre ha raccontato ai carabinieri quanto accaduto in quei terribili minuti. Un cacciatore poco distante, forse per prendere una lepre, ha sparato verso la casa dove vive una giovane coppia con un neonato. Fortunatamente per il papà solo ferite superficiali al naso e allo zigomo, ma tanta paura che il piccolo potesse essere stato colpito.

 

Leggi anche > Madre uccide le figlie di 11 e 3 anni in una casa famiglia, poi scappa. Ricerche in corso anche nell'Adige

 

«La domenica mattina - racconta il papà al Messaggero - qui è un via vai continuo di cacciatori con i loro cani. Domenica pomeriggio, di solito, non c’è più nessuno. Ecco perché l’altro giorno non avevo fatto caso a quei due cacciatori che stavano attraversando il campo di fronte a casa nostra; quando ho sentito lo sparo e ho avvertito la pioggia di pallini che cadeva tutta intorno a me, era ormai troppo tardi per mettermi al riparo. Ho sentito le bruciature e mi sono messo ad urlare come un pazzo, il piccolo è scoppiato in un pianto disperato, il primo pensiero è che fosse stato colpito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA