Bari, nel primo giorno di sharing 7 monopattini rubati o distrutti. Decaro: «Oggi mi vergogno di essere il sindaco»

Martedì 7 Luglio 2020
Bari, nel primo giorno di sharing 7 monopattini rubati o distrutti. Decaro: «Oggi mi vergogno di essere il sindaco»
Lo sharing di monopattini a Bari si apre all'insegna dell'inciviltà. Nel primo giorno in cui il servizio è stato attivo, infatti, due mezzi sono stati rubati e cinque sono stati distrutti. Lo ha annunciato sui social il sindaco Antonio Decaro, che si lascia andare a considerazioni dure e amare.

Leggi anche > «Spinti dal Covid», Zaia e Decaro volano nei sondaggi. Sala ok, crollano Raggi, Fontana e Zingaretti​



«Lo so, alcuni di voi staranno pensando: “E cos’altro ti aspettavi?”. Ecco, io mi aspetto civiltà. Io mi aspetto rispetto. Io mi aspetto che la mia città e i miei cittadini mi facciano sentire orgoglioso, ogni giorno, di essere il sindaco di Bari. Oggi invece io mi vergogno» - spiega Antonio Decaro - «Mi vergogno per questa gente che continua a provare a distruggere i nostri sforzi e i nostri sogni. E mi vergogno anche per quelli che, con una rassegnata accondiscendenza, in fondo, li giustificano, come se fosse una cosa normale».

Il primo cittadino di Bari, tra i più graditi durante l'emergenza coronavirus ma anche prima (non è un caso che Antonio Decaro sia stato anche eletto come presidente dell'Anci, l'associazione che riunisce i sindaci di tutta Italia), ha poi auspicato: «Cosa mi aspetto? Mi aspetto che Bari diventi una città europea, moderna, pulita, civile. E non mi arrendo. Come non si arrendono i tanti tra voi che invece di chiedersi: “E che ti aspettavi?” ogni giorno mi dicono: “Coraggio, vai avanti”. Andiamo avanti insieme. Siamo più forti, siamo di più».

© RIPRODUZIONE RISERVATA