Bandiere blu: ecco le spiagge "da sogno" made in Italy per le vacanze

Martedì 11 Maggio 2021 di Flavia Scicchitano
bandiere blu_punta campanella

Sono 416 le spiagge “da sogno” Made in Italy, 9 in più rispetto allo scorso anno, con la Liguria che si conferma al top. Le Bandiere Blu 2021, assegnate dalla Foundation for Environmental Education, sventoleranno in 201 località rivierasche e 81 approdi turistici, che corrispondono a circa al 10% delle spiagge premiate a livello mondiale. I Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento in base ai 32 criteri di sostenibilità (dalla qualità delle acque alla raccolta differenziata) sono 201, 6 in più rispetto ai 195 dello scorso anno: 15 i nuovi ingressi, 9 i Comuni che invece hanno perso lo speciale provilegio. «L’impegno verso la sostenibilità nella gestione del territorio, la cura del turista e la sua sicurezza, l’attenzione ai servizi, uniti al grande desiderio di ripartire con la stagione turistica, fanno dei Comuni Bandiera Blu un propulsore per la ripresa del turismo italiano in questo particolare momento storico», commenta Claudio Mazza, presidente Fee Italia. 
Sul podio trionfa ancora la Liguria con 32 località, seguita dalla Campania che con 19 Bandiere (con un ingresso e un’uscita) scalza la Toscana, che scende a 17 (tre uscite), al terzo posto a pari merito con la Puglia (tre nuovi ingressi e un’uscita). 

 


Le 15 new entry fra le località costiere si trovano nel Centro Italia e nelle Isole: in Abruzzo (Francavilla al Mare, Pescara, Martinsicuro), Calabria (Diamante, Santa Maria del Cedro), Campania (Camerota), Lazio (Fondi, Minturno), Marche (Altidona), Puglia (Bisceglie, Monopoli, Nardò), Sardegna (Aglientu) Sicilia (Roccalumera, Modica). Quanto alle altre Regioni: le Marche salgono a 16 Bandiere, la Calabria va a quota a 15, mentre la Sardegna resta ferma a 14 località. L’Abruzzo sale a 13, il Lazio arriva a 11, il Trentino Alto Adige conferma 10 ‘vessilli’ e anche la Sicilia sale a 10. Sono riconfermate le 9 Bandiere del Veneto, così come le 7 località dell’Emilia Romagna. La Basilicata conferma le sue 5 località, il Piemonte ottiene 2 Bandiere; il Friuli Venezia Giulia mantiene le 2 dell’anno precedente. Il Molise rimane con 1 Bandiera, la Lombardia conferma 1 Bandiera Blu. 
Sui laghi, invece, quest’anno le Bandiere dell’acqua pulita scendono a 16, con due uscite. Invece i porti turistici, dai 75 dell’anno scorso, salgono a 81.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA