Lecce, prima minaccia e poi sfonda la vetrina di un negozio: morto dissanguato

L'uomo è stato trovato a Poggiardo, in auto, vicino al Parco dei Guerrieri: è morto

Lecce, prima minaccia e poi sfonda la vetrina di un negozio: morto dissanguato
2 Minuti di Lettura
Venerdì 24 Giugno 2022, 14:40 - Ultimo aggiornamento: 25 Giugno, 18:38

Prima minaccia e danneggia la vetrina di un negozio a Cocumola, un piccolo centro salentino in provincia di Lecce. Poi si ferisce e muore dissanguato. È quanto è successo in tarda mattinata ad un albanese di 42 anni.

La tragedia

Il decesso è avvenuto per dissanguamento da post trauma, come rivela Il Quotidiano di Puglia. Si tratta di Zoga Klodjan, nato nel 1979 e residente a Poggiardo: prima era andato a minacciare e danneggiare la vetrata dell'attività di Fabrizio Marra di Cocumola, poi si è consumato il dramma. Ora sono in corso i sopralluoghi da parte dei Carabinieri e l’ascolto dei testimoni presenti.

La dinamica

L'uomo è stato trovato a Poggiardo, in auto, vicino al Parco dei Guerrieri. Ha probabilmente arrestato la marcia a seguito di un malore, conseguente alle ferite che si è inferto e che ha sottovalutato, non essendosi rivolto al 118 o andato in ospedale.

Si tratta di un muratore, titolare di una ditta individuale. I carabinieri indagano per comprendere le ragioni del gesto che potrebbe essere maturato per dissidi di tipo professionale. Ma saranno le indagini a fare chiarezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA