Aggredì due ragazze con una bottiglia rotta, ventenne arrestata: «Ferite al viso e al corpo, vittima sfregiata a vita»

Martedì 24 Novembre 2020
Aggredì due ragazze con una bottiglia rotta, ventenne arrestata: «Ferite al viso e al corpo, vittima sfregiata a vita»

Lo scorso 30 agosto aveva aggredito due ragazze colpendone una in faccia con una bottiglia di vetro rotta, e l'altra con un morso al naso: una storia terribile avvenuta nel centro storico di Foggia, nella zona della movida, raccontata dai media locali. Oggi la presunta colpevole dell'aggressione, una ventenne, è stata arrestata con l'accusa di stalking e lesioni.

 

Oggi gli agenti della squadra mobile di Foggia hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale dauno. Secondo le indagini della squadra mobile, l'indagata il giorno prima dell'aggressione si è avvicinata alle due ragazze con fare minaccioso e la sera seguente le ha affrontate passando dalle parole ai fatti.

 

Quella sera le due ragazze erano in un locale del centro quando la ventenne entrò, iniziò ad insultarle e prese per i capelli una delle due. Successivamente un’altra aggressione, con una bottiglia spaccata contro una panchina: la giovane aggredita fu ferita vicino all’occhio destro, sulle braccia e sulle gambe. Ferite profonde e che le hanno lasciato le cicatrici in varie parti del corpo, sfregiandola a vita. Oggi l'arresto, quasi tre mesi dopo i fatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA