Busto Arsizio, accoltella un giovane e cerca di investirlo: 31enne arrestato

Le immagini delle telecamere di videosorveglianza lo inchiodano e i carabinieri hanno dichiarato: "Una scena raccapricciante con un elevato coefficiente di violenza"

Martedì 24 Maggio 2022
Accoltella un giovane e cerca di investirlo: 31enne arrestato

A Busto Arsizio, in provincia di Varese, i carabinieri di Pescara hanno arrestato un 31enne del posto che da tempo vive a Pescara. Hanno così dato esecuzione ad un decreto di fermo emesso dal sostituto procuratore Anna Benigni. Il giovane risulta indagato per tentato omicidio poiché a Pescara, alle 3.30 del 14 maggio scorso, all'esterno di un circolo privato in via Jasonnni, ha accoltellato un altro giovane che si trovava in compagnia della propria fidanzata mentre stavano uscendo dal locale.

 

Leggi anche > Andrea Boschieri investito sulle strisce da un pensionato a Vicenza: aveva 18 anni, muore a un mese dalla maturità

 

Lo ha colpito ripetutamente con più fendenti al torace, tentando subito dopo di investirlo con la propria auto. Il malcapitato è riuscito a difendersi e a mettersi in salvo, evitando il peggio. È stato comunque ricoverato all'ospedale di Pescara a causa delle ferite da accoltellamento al torace e ad un ginocchio riportate. «Alcuni filmati registrati dall'impianto di videosorveglianza del locale mostrano - dicono i carabinieri - una scena raccapricciante, un'aggressione con elevato coefficiente di violenza. La vittima mentre esce dal locale con la propria fidanzata viene intercettato dal suo aggressore che lo colpisce ripetutamente con un coltello con forte violenza nella zona toracica».

 

Poi la fuga. L'indagato si è reso irreperibile e i carabinieri dopo averlo identificato, hanno cercato di rintracciarlo, ma senza esito. Dopo alcuni giorni di serrate indagini, è stato localizzato dapprima nel Bolognese e poi in direzione nord Italia. Questa mattina è stato intercettato nel comune di Busto Arsizio, luogo di origine, ove aveva chiesto ospitalità a persone di sua conoscenza. Sul movente si sta ancora facendo chiarezza: da una prima ricostruzione dei fatti la «ferocia dell'indagato sarebbe scaturita da questioni sentimentali». L'uomo è rinchiuso nel carcere di Busto Arsizio

© RIPRODUZIONE RISERVATA