Accoltella la ex e uccide il figlio che la difende: pakistano arrestato. La folla tenta il linciaggio, feriti due carabinieri

Martedì 11 Maggio 2021
Accoltella la ex e uccide il figlio che la difende: pakistano arrestato. La folla tenta il linciaggio, feriti due carabinieri

Un ragazzo di 19 anni, Mirko Farci, è stato ucciso all'alba di stamattina a Tortolì, in Ogliastra (Sardegna) mentre difendeva la madre 50enne, Paola Piras, da un'aggressione. A ferire la donna un pakistano di 29 anni, Masih Shahid, ex compagno di lei, che l'ha accoltellata per poi uccidere il figlio 19enne che era intervenuto per proteggerla. Il delitto è avvenuto in via Monsignor Virgilio nella casa della donna, in pieno centro.

 

La madre della vittima è stata soccorsa dal 118 e si trova ora ricoverata all'ospedale di Lanusei. Secondo le prime informazioni il ragazzo ha cercato di proteggere la madre dalla furia omicida dall'ex compagno che si è introdotto nella notte nella casa, violando la misura del divieto di avvicinamento che gli era stata inflitta dai giudici di Lanusei per maltrattamenti nei confronti della donna. 

 

 

Il 29enne Masih Shahid era stato arrestato per maltrattamenti e destinatario di una misura di divieto di avvicinamento alla donna. Dopo una fuga durata l'intera mattinata è stato catturato e si trova ora nella caserma dei Carabinieri di Tortolì dove i militari lo stanno interrogando. L'uomo è stato preso dai carabinieri vicino al supermercato Eurospin, a un paio di chilometri dalla palazzina di via monsignor Virgilio dove è avvenuto l'omicidio. Durante il suo passaggio in manette per raggiungere la caserma dell'Arma di Tortolì, diverse persone hanno urlato al suo indirizzo parole di condanna e sdegno: «Bastardo, non è giusto, non è giusto».

 

 

Paese sconvolto dal delitto

 

«La nostra comunità è stata svegliata questa mattina da una terribile notizia. Siamo tutti attoniti e profondamente scossi da questa tragedia che ha spezzato irrimediabilmente la serenità di tutti noi: una giovane vita è stata spezzata e sua madre combatte per la vita». Così ill sindaco di Tortolì Massimo Cannas nella pagina Facebook del Comune, dopo l'omicidio di Mirko Farci, il 19enne che ha tentato di difendere la madre, Paola Piras di 50 anni, dalla furia omicidia del suo ex compagno che la ha accoltellata ferendola gravemente. «Ciò che è accaduto è insopportabile e inaccettabile - scrive ancora il primo cittadino - Ci stringiamo, insieme a tutta la nostra comunità, alla famiglia in questo momento di dolore incolmabile. Siamo fiduciosi nelle indagini della magistratura e nel lavoro delle forze dell'ordine da cui attendiamo sviluppi».

 

 

Ha rischiato il linciaggio

 

Pantaloni di jeans sporchi di sangue, felpa nera con cappuccio in testa e mascherina indossata. È uscito così dalla caserma dei carabinieri di Tortolì per essere trasferito nella sede della compagnia di Lanusei dove sarà interrogaato dalla pm Giovanna Morra, il 29enne pakistano Masih Shahid, catturato diverse ore dopo aver accoltellato l'ex compagna Paola Piras, di 50 anni, e ucciso il figlio 19enne di lei, Mirko Farci, che si era frapposto tra i due per difendere la madre.

 

Al suo passaggio l'uomo è stato travolto dalla folla che lo voleva linciare al grido di «assassino» e «bastardo». Due carabinieri sono rimasti feriti nel tentativo di far indietreggiare la calca di persone che si era avventata sul 29enne. Entrambi i militari sono stati trasportati in ambulanzea all'ospedale di Lanusei: uno avrebbe riportato un trauma alla spalla, l'altro una lesione al piede, rimasto incastrato sotto la ruota dell'auto a bordo della quale cervaca di far salire il giovane pakistano. A Lanusei lo raggiungerà il suo avvocato Saverio Mereu, nominato d'ufficio. Dopo l'interrogatorio sarà trasferito nel carcere di San Daniele.

Ultimo aggiornamento: 16:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA