Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Coronavirus, la Sicilia si blinda: da domani a Pasquetta chiuso lo Stretto di Messina

Coronavirus, la Sicilia si blinda: da domani a Pasquetta chiuso lo Stretto di Messina
Coronavirus, la Sicilia si blinda: da domani a Pasquetta chiuso lo Stretto di Messina
3 Minuti di Lettura
Giovedì 9 Aprile 2020, 10:28

Stop alle consegne a domicilio a Pasqua e Pasquetta, ma anche il divieto di uscire più di una volta al giorno, anche per fare la spesa, mentre da domani, 10 aprile, al giorno di Pasquetta incluso, il transito via mare sullo Stretto di Messina è consentito solo ai pendolari, agli operatori sanitari e agli appartenenti alle forze dell'ordine e alle forze armate. Sono soltanto alcune delle novità inserite nell'ultima ordinanza firmata, nella notte, dal Presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, sull'emergenza coronavirus. Il Governatore con il documento blinda la Sicilia per Pasqua e Pasquetta vietando gli spostamenti nelle case di villeggiatura e vietando la consegna a domicilio dei rider.

Coronavirus, il Consiglio di Stato boccia l'ordinanza del sindaco di Messina. Lui: «Non revoco nulla»

Coronavirus, negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta. La retromarcia della Regione

usumeci ammette che c'è stato un «effetto positivo alle diverse misure adottate sul territorio regionale», ma non basta. Quindi servono ulteriori restrizioni. Niente introduzione dell'obbligo di mascherine e guanti in Sicilia, come si era pensato in un primo momento, ma vale solo per i lavoratori degli esercizi commerciali che vendono generi alimentari «anche all'aperto». I cittadini dovranno indossare le mascherine o, comunque, coprire naso e bocca con «altro adeguato accessorio» solo dove non è possibile tenere la distanza prevista dalle norme. Per quanto riguarda la limitazione delle uscite, l'ordinanza di Musumeci prevede la possibilità di potere lasciare le proprie abitazioni solo «una volta al giorno» e solo per gli acquisti essenziali, «ad eccezione di quelle per i farmaci», e sono permessi «a un solo componente del nucleo familiare».
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA